google analytics

Guide passo passo pratiche, semplici per GNU/Linux Ubuntu. Consigli su programmi da installare e impostazioni.

lunedì 23 maggio 2011

RAGIONI DELLA SCELTA DI UNITY


Già da un mese Unity popola i desktop di molti PC con Linux Ubuntu, molti l'hanno amato e molti in vece non hanno dato molte chances a questa interfaccia adottata da Canonical.

Naufragando su internet mi sono imbattuto in in post (inglese) in cui vengono descritte le ragioni matematiche per cui Canonical ha scelto Unity per Ubuntu 11.04. Il tipo l'ha fatta un po' lunga (ma interessante), cercherò di tradurre e andare al sodo.

(votate al mio sondaggio su Unity!!!)

SCIENZA DIETRO LA CONTROVERSA DECISIONE DI UBUNTU UNITY
Il fatto che vi piaccia o no (Unity) dipende dalle vostre abitudini, ecco le 2 decisioni più criticate:
1 Barra lanciatori piazzata al lato sinistro
2 Global menu applicato sulla barra in alto

Alcuni dicono che siano ispirazioni prese da Windows e Mac, altri no. C'è molta logica dietro questa decisione. Metterci nei panni di chi questa interfaccia l'ha disegnata e progettata ci aiuterà a capire il perché.

Per molto tempo gli schermi delle televisioni hanno usato il rapporto 4:3 (il quasi quadrato), questi due numeri rappresentano l'aspetto dello schermo: Larghezza/Altezza schermo. La ragione per cui fu usato questo rapporto è perché Hollywood usava questo rapporto.

Per quanto possano essere grandi gli schermi il rapporto finale era sempre quello di 4:3

Con l'avvento degli HDTV la musica è cambiata, e per migliorare l'eperienza video si passa al 16:9

Questo cambiamento di formato ben dimostra come sia importante non sprecare lo spazio orizzontale rispetto a quello verticale. Questo spinge gli sviluppatori di programmi a sfruttare la verticalità dello schermo. 

Se riflettiamo, fino ad ora Ubuntu con i 2 pannelli Gnome (uno sopra e uno sotto) rendeva lo schermo ancora più lungo (infatti io ho sempre eliminato il pannello basso, per sostituirlo con Cairo Dock).

NUOVO DESIGN CON UNITY!
Ecco che le cose cambiano! Mark Shuttleworth ha preso decisioni radicali per il nuovo Look della sua distribuzione Linux.

Per risparmiare spazio orizzontale la barra del titolo della finestra è integrata con il pannello superiore, comprendendo anche il menu, molto spazio risparmiato.

Dicasi lo stesso per la barra dei lanciatori collocata a sinistra. In questo modo lo schermo viene occupato nella sua verticalità (per non parlare del fatto che scompare)

Ottimo lavoro da parte di Canonical, speriamo che sia apprezzato da più persone ancora, io mi accorgo dell'ottimo lavoro che hanno fatto quando uso Windows e Mac, dove tra tutte le varie barre (sopratutto Windows) sembra di essere intrappolati in uno schermino piccolo.

1 commento:

  1. Oltretutto se ci fate caso, la barra a sinistra è più pratica che in altre posizioni perchè interferisce ben poco con le finestre degli altri programmi... io me ne sono accorta usando Avant Window Navigator: quando la mettevo a destra interferiva spesso con la scroll-bar, aprendosi involontariamente e impedendomi di scorrere la finestra del programma in verticale; quando la mettevo in alto inteferiva con i menù principali e con le schede dei browser; quando la mettevo in basso interferiva con i menù di certi altri programmi particolari (tipo Stellarium).
    La barra di lato a sinistra, invece, è la posizione meno invadente in assoluto: ben di rado si apre per sbaglio, permettendoci di usare le applicazioni in modo fluido e senza interruzioni.
    Insomma, in Unity niente è stato lasciato al caso.

    RispondiElimina